Linea vita lamiera grecata, linee vita per coperture lamiera, lamiera graffata, aggraffata, pannelli sandwich

Linea Vita Lamiera

Linea vita lamiera Help, per coperture in lamiera

Perché C.S.C. SCONSIGLIA l'applicazione di linee vita su tetti in lamiera.

Sicurezza nei lavori in quota non vuol dire solamente operare utilizzando un sistema di protezione contro le cadute dall’alto come per esempio una linee vita, piuttosto che degli ancoraggi puntuali o dei parapetti; ma anche, e non di secondaria importanza, l’applicazione di questo sistema di protezione alla struttura di supporto (inteso come il fissaggio) e alle caratteristiche di resistenza della struttura di supporto stessa. Non vi è nulla di più pericoloso per un lavoratore che sta lavorando in quota di pensare di essere in sicurezza perché agganciato col proprio DPI per esempio alla fune della linea vita, ma in realtà essere in pericolo perché gli elementi di supporto della linea vita sono fissati in modo approssimativo alla struttura di supporto, o la stessa non ha sufficiente resistenza a sopportare le forze che si generano in caso di caduta. Analogo problema si riscontra per quel lavoratore che lavora non ancorato perché sono installati dei parapetti.

Analizzando questa tematica nello specifico ambito delle linee vita e degli ancoraggi puntuali, se il problema è presente nell’istallazione sulle consueti strutture quali per esempio travi in cemento, travetti in legno, capriate in acciaio, ecc… , viene amplificato ancora di più quando si parla di lamiera grecata, lamiera graffata e pannelli sandwich.

Non è complicato realizzare una piastra o un morsetto da appoggiare alla lamiera grecata o graffata o al pannello sandwich di copertura per poter realizzare una linea vita o un punto di ancoraggio puntuale; risulta essere problematico invece il fissaggio di questo elemento alla lamiera stessa o al pannello sandwich.

Nello specifico della lamiera grecata o graffata dato il loro modesto spessore, qualche decimo di millimetro, in caso di caduta si potrebbe verificare uno strappo tra la lamiera e l’elemento di fissaggio (tassello, vite, ecc …).

Per il pannello sandwich inoltre, essendo realizzato da due lamiere unite generalmente da un materiale prevalentemente isolante (per esempio poliuretano espanso), in caso di caduta potrebbe verificarsi il distacco della lamiera superiore da quella inferiore.

I produttori di pannelli sandwich danno indicazioni, sui loro prodotti, relativamente alla portata (intesa come peso  “di calpestio” sopportabile) in funzione della luce del pannello,; non danno indicazioni invece relativamente alla tenuta a strappo/trazione, carichi ai quale il pannello è soggetto in caso di caduta installazione di una linea vita o ancoraggio puntuale. 

E’ da tenere presente che la portata stessa varia in funzione del tempo, pannello nuovo e pannello invecchiato, e delle condizioni ambientali di installazione. Oltre alla portata anche le caratteristiche del materiale interno al pannello, quello che fa da collante tra le lamiere e il materiale isolante, subiscono delle variazioni in funzione del periodo e anche della temperatura di esposizione. La presenza, per esempio, di un impianto fotovoltaico sulla copertura, induce un accumulo di calore; questo potrebbe andare ad inficiare, nel tempo, la funzione del collante tra i diversi materiali costituenti il pannello.

Per entrambi i sistemi, lamiera grecata o staffata e pannello sandwich, si parla di elementi che generalmente rimangono esposti agli agenti atmosferici e quindi potenzialmente soggetti al fenomeno della corrosione; questo potrebbe amplificare maggiormente il fenomeno dello strappo della lamiera in quanto vengono inficiate le caratteristiche di resistenza del materiale.

Altra problematica è quella relativa al fissaggio della lamiera grecata o graffata alla struttura di supporto (generalmente capriate o arcarecci strutturali di copertura). Solitamente questo fissaggio viene effettuato con chiodi o tasselli in plastica. In caso di caduta dell’operatore le sollecitazioni che vengono a generarsi potrebbero portare l’intero pannello di lamiera a staccarsi qualora il fissaggio alla struttura di supporto non sia stato effettuato considerando anche questo ulteriore carico (oltre a quelli standard del peso proprio e della neve, ed eventualmente del vento) e la sua direzione.

Lo stesso vale per le linee vita su pannelli sandwich.

C.S.C. ha ritenuto opportuno mettere in luce queste problematiche per evidenziare il fatto che in caso inefficienza di tenuta del sistema di ancoraggio, le responsabilità sono a carico dell’installatore e/o del tecnico che certifica il sistema (sempre che si assuma tale responsabilità), in quanto raramente i problemi di queste applicazioni sono dovute alla torretta o alla piastra della linea vita o dell’ancoraggio singolo.


Vuoi ricevere informazioni più specifiche, compila il form contatti qui sotto, un nostro operatore ti contatterà quanto prima.

Contatti fast

Per qualsiasi necessità o informazione contattaci al nostro numero 0522 732009 oppure compila il seguente form contatti, un nostro delegato sarà lieto di rispondere a tutte le tue richieste.

La informiamo che i suoi dati personali conferitici tramite apposito coupon sono finalizzati all'invio, su vostra richiesta, di documentazione informativa e pubblicitaria sulla nostra azienda e sui nostri prodotti. I suoi dati personali saranno archiviati sul nostro sistema informatico centralizzato e saranno trattati, per la finalita' di cui sopra, eseguendo operazioni di raccolta, organizzazione, conservazione, modificazione, selezione, estrazione, raffronto, utilizzo, interconnessione. Il conferimento di tali dati é facoltativo; l'eventuale rifiuto a rispondere non ha alcuna conseguenza. I dati da voi conferiti non saranno diffusi o comunicati a terzi. La informiamo che le é riconosciuto il diritto di conoscere, far cancellare, rettificare, aggiornare, integrare e di opporsi al trattamento dei suoi dati personali, nonché gli altri diritti riconosciuti dall'articolo 7 del DLGS 196/2003, che puo' far valere mediante l'invio di una e-mail al seguente indirizzo info@cscedilizia.com o l'invio di un telefax al n. +39 0522 732059
 Il titolare del trattamento dei dati da voi conferiti é la società C.S.C. Srl - Via Costituzione 60 - Correggio - Reggio Emilia. Al fine di poter utilizzare e trattare, ai fini commerciali indicati nell'informativa, i dati da voi conferitici vi chiediamo espresso consenso tramite la barratura della seguente casella.
* Obbligatorio

Contatti



C.S.C. Srl
Via Costituzione, 60
Zona Industriale
Entrata automezzi:
Via Europa, 1
Correggio (RE)
Tel. 0522 732009
info@cscedilizia.com

Foto

602A Travi Varese